Caltanissetta

30 novembre - 7 dicembre 2003

 Cripta Cattedrale Santa Maria La Nova di Caltanissetta


 FOTOGALLERY 

Il “centenario” di  Giuseppe GABRIELLI  

Il 2003 è stato un anno che ha raggruppato, dal punto di vista dell’ appassionato di Storia dell’Aeronautica, una  interessante concomitanza di ricorrenze ed avvenimenti riguardanti il mondo dell’aviazione: i cento anni dal primo volo a motore dei fratelli Wilbur e Orville Wright (17 dicembre 1903), il centenario della nascita del prof. Carlo Ferrari (1903 – 1996) insigne aerodinamico, l’80° anniversario della costituzione dell’Aeronautica Militare Italiana (28 marzo1923) e non ultimo il centenario della nascita del prof. ing. Giuseppe Gabrielli. Con questi presupposti il Gruppo Modellisti Nisseni non ha voluto mancare l’occasione di farsi promotore di una serie di iniziative finalizzate ad onorare la memoria e l’attività professionale del “nostro concittadino Gabrielli”.

E’ stata così organizzata una mostra dedicata all’esimio progettista, dal titolo “Giuseppe Gabrielli: una vita per l’aviazione – Il centenario della nascita   che ha avuto svolgimento dal 30 novembre al 7 dicembre 2003 ed è stata ospitata nei locali della  Cripta della Cattedrale S. Maria La Nova di Caltanissetta  in concomitanza con la IV edizione della  Mostra Concorso  Nazionale  di Modellismo Statico “Città di Caltanissetta”.

La mostra, ha ricoperto una particolare importanza in ambito nazionale in quanto è stata l’unica organizzata per il centenario della nascita, oltre a quella ufficiale che si è svolta, nell’ottobre 2003, presso il Politecnico di Torino dove il Gabrielli fu professore per tutta la sua vita.

La mostra è stata allestita con una completa collezione fotografica (costituita da circa 120 fotografie) tratta dagli Archivi Storici della AVIO Propulsione Aerospaziale (ex FIAT AVIO) e dell’ALENIA Aeronautica, inerente i più importanti progetti dell’ “ingegnere”, collezione fotografica che, grazie anche all’apporto di alcune copie di tavole tecniche, ha tracciato un itinerario nell’evoluzione tecnologica aeronautica, in un arco di tempo compreso tra il 1932 ed il 1970, che ha visto, nell’opera del Gabrielli,  un preciso punto di riferimento della storia del volo in Italia. A completamento del percorso fotografico è stata allestita l’esposizione di alcuni pezzi originali della collezione “Gabrielli”, provenienti dal POLITECNICO DI TORINO dove sono attualmente conservati, e riguardanti particolari tecnico-costruttivi appartenenti ad alcuni dei suoi velivoli più rappresentativi. Sono stati così esposti i piani di coda del G.59, i carrelli principali ed anteriore del G.91, la barra di comando e la piantana comandi del G.212, il terminale alare del G.80, un tronco alare di G.91Y, lo stabilizzatore-equilibratore del G.91, due copie ed un originale di nodi alari di Dornier Do X   e l’originale di un motore aeronautico, il FIAT A.60 del 1932, conservato presso la collezione “Capetti”, sempre del POLITECNICO DI TORINO, che ha equipaggiato il primo velivolo progettato dal Gabrielli in FIAT: il G.2.

            Per creare un collegamento con gli obiettivi e le finalità dell’associazione, un angolo della mostra è stato caratterizzato dall’esposizione di modelli in scala riproducenti aeromobili, civili e militari, prototipi o di serie, della serie “G”. Questi modelli hanno partecipato all’assegnazione delle due medaglie d’oro della II edizione del Premio Nazionale di Aeromodellismo Statico “Giuseppe Gabrielli” dedicate, chiaramente, alle migliori riproduzione in scala.

La settimana dedicata al ricordo del Gabrielli è stata completata da una conferenza dal titolo” Il volo e gli uomini che lo inventarono” organizzata con la collaborazione dell’Associazione Culturale Micene di Torino e dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Caltanissetta, che si è tenuta sabato 6 dicembre 2003 nell’Aula Magna del Consorzio Universitario di Caltanissetta, nella quale si sono sviluppate tematiche inerenti:

·La vita, la carriera ed il contributo offerto dal Gabrielli nella storia del volo in Italia  (Rel. Dott. Giuseppe M.F. Firrone, Presidente del G.M.N.),

·Ricordo di un incontro con Gabrielli  (Rel. Dott. Ing. Franco Bennardo, Presidente dell’Ordine degli ingegneri della provincia di Caltanissetta)),

·Il volo e gli uomini che lo inventarono  (Rel. Dott. Ing. Christian M. Firrone, Ricercatore dell’Ist. Di Meccanica del Politecnico di Torino).