IL PROGETTO GABRIELLI

Parti integranti delle attività del G.M.N. sono quelle dell’approfondimento e della ricerca storica. In quest’ambito ed in quello della valorizzazione di avvenimenti o persone che hanno caratterizzato la storia e la cultura della provincia di Caltanissetta, il Gruppo ha iniziato a svolgere un opera tendente a sensibilizzare e a far meglio conoscere, a enti pubblici e a privati cittadini, la figura dell’Ing. Giuseppe Gabrielli (1903-1987) progettista aeronautico di fama internazionale che con i suoi velivoli ed i suoi studi è stato un indiscusso protagonista della storia dell’aviazione moderna. Egli, anche se di adozione torinese (spese praticamente tutta la sua vita professionale presso la Fiat Aviazione ed il Politecnico di Torino) è di origini nissene: nasce infatti a Caltanissetta il 26.2.1903.
Al fine di onorare la memoria e l’attività professionale del nostro "concittadino" il G.M.N. si è fatto promotore di una serie di iniziative.
Tra queste particolare rilevanza assume l’istituzione, in collaborazione con il Comune di Caltanissetta,  del Premio Nazionale di Modellismo Statico Aeronautico "Giuseppe Gabrielli", ospitato all’interno della  Mostra-Concorso Nazionale di Modellismo Statico "Città di Caltanissetta".Il Premio che consiste in una medaglia d'oro dal valore di 350,00 € viene assegnato, in una categoria separata, alla migliore riproduzione in scala tra i  velivoli, civili o militari, di serie o prototipi, inerenti l’attività progettuale dell’ing. Gabrielli.
Analogamente, sempre in collaborazione con il Comune di Caltanissetta il G.M.N. ha in progetto di realizzare e far riservare un’area per la costruzione di un monumento dedicato. In tal senso, dopo contatti presi  con l’Aeronautica Militare Italiana, il G.M.N. ha acquisto in affidamento nel 2003 una cellula, oramai in disuso, di uno dei velivoli più rappresentativi della produzione del Gabrielli con il quale allestire il monumento stesso, un G. 91 T MM 54395, aereo da addestramento avanzato aviogetti, appartenente al COMANDO 32° STORMO di Foggia-Amendola. Attualmente, di concerto con il Sindaco di Caltanissetta Dott. Michele Campisi, il Vicesindaco Ing. Carlo Giarratano e l'Ing. Giorgio Salamanca dell'Ufficio Tecnico del Comune, si è definita l'area di posa del monumento e si è avviata la procedura per  il nulla osta definitivo da parte dello Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare per il completamento del restauro della cellula del velivolo e la successiva posa dello stesso sul basamento.

G.91 T Gate-Guardian di fronte il Comando del 32° Stormo di Foggia-Amendola.

E' un esempio di come dovrà essere realizzato il monumento a Caltanissetta

E’ già stata avviata un’attività di ricerca storico-tecnica ed iconografica al fine di acquisire una quantità di documentazione tale da affrontare il restauro del velivolo che verrà ripristinato con la livrea originale degli anni '70 e '80, durante, quindi, il periodo di massima attività della Scuola di Volo Basico Addestramento Aviogetti (SVBAA) di Foggia-Amendola, con numero di codice individuale del velivolo SA-95.

Ci si propone la pubblicazione di accurate monografie inerenti i progetti più riusciti realizzati dall'Ing. Gabrielli ed entrati in produzione o i prototipi innovativi che hanno contribuito alla sperimentazione avanzata in campo aeronautico. In tal senso sono in corso contatti o collaborazioni con la FIAT Aviazione, l’Alenia, il Politecnico di Torino, l’Aeronautica Militare Italiana, alcuni Istituti Tecnici ed Aeronautici del Piemonte, il G.A.V.S. (Gruppo Amici Velivoli Storici – attività di restauro di velivoli reali) ed altre associazioni di modellismo sul territorio nazionale.